Google+ Followers

sabato 18 febbraio 2017

Reggina Lecce 1 - 2. Il Lecce porta via tre punti preziosissimi in attesa di Foggia Matera.


Che dire sulla partita di oggi.
Squadra sicuramente molto concentrata e decisa sin dai primissimi minuti a portare via l'intera posta in palio.
Una novità nella formazione iniziale con Marconi al centro dell'attacco al posto di Caturano.
E proprio Marconi porta in vantaggio il Lecce al 20'.
Forse è il segno del destino e la conferma che questo deve essere l'anno giusto per tornare in B.
La formazione iniziale di Padalino ha visto Perucchini in porta Ciancio Cosenza Giosa e Agostinone in difesa Costa Ferreira Arrigoni e Mancosu a centrocampo e Pacilli Marconi e Doumbia in attacco.
Si incomincia con un calcio d'angolo regalato agli avversari da parte di Agostinone che di testa non controlla.  
Buona occasione al 17' con azione partita da Ciancio e conclusa da Marconi.
Al 18' gran tiro di Mancosu  da oltre 20 mt che sfiora il palo sinistro del portiere Sala.
Al 20' l'inaspettato goal di Marconi con una vera e propria prodezza balistica.
Ma la Reggina non sta a guardare e al 23' impegna Perucchini che para sul primo palo.
Partita che oggi non è mai stata addormentata. Anche Costa Ferreira ha avuto la sua occasione sotto porta al 24', a poca distanza dal portiere, ma l'ha sprecata.
Al 27' il goal improvviso della Reggina con Coralli che è apparso in netto fuorigioco ma nessuno dei giallorossi ha reclamato.
Da rivedere le immagini.
Il pareggio da coraggio alla Reggina che cresce ma non impensierisce più di tanto il Lecce oggi in giornata SI.
Erroraccio di Mancosu al 40' e solo in quei pochi minuti il Lecce sbanda un pò.
Marconi potrebbe riportare in vantaggio il Lecce al 44' ma viene anticipato dall'avversario. 
Si va al riposo con il risultato di 1-1.
Al rientro in campo è subito Doumbia Show.
Al 46' di testa riporta in vantaggio il Lecce e 4 minuti dopo ha una ulteriore occasione senza però infierire.
Ancora Mancosu al 51' sciupa ed il suo tiro viene deviato. Un minuto dopo è Giosa che su calcio d'angolo ci prova di testa ma altissimo.
Erroraccio dello scatenato Doumbia al 56' che in area non passa ai compagni sprecando una buona occasione.
Al 58' punizione al limite dell'area di Pacilli alta sulla traversa.
Padalino fa il suo primo cambio al 61'. Sostituisce l'autore del primo goal con Caturano. Sostituzione che, in questa occasione, poteva anche evitare. Il vero motivo della sostituzione non lo si è compreso.
Caturano ci prova subito a gonfiare la rete con un tiro in porta al primo tocco di palla. Un minuto dopo il suo ingresso.
Al 65' gli ricapita un'altra occasione.
Bellissimo lancio al 68' di Cosenza verso Pacilli che poi perde palla nei pressi dell'area avversaria. Si fa vedere ancora Pacilli al 72' con un gran tiro di sinistro in porta da lontano ma il portiere para.
Al 78' Lepore sostituisce Pacilli e al 81' Doumbia viene sostituito da Maimone .
Proteste in area al 79' per i locali per un presunto tocco in area.
Spreca al 81' ancora Mancosu il possibile 1-3 dopo un passaggio di Doumbia.
Giallo per Costa Ferreira al 83' per ritardare l'esecuzione della punizione degli avversari. Punizione che poteva evitare.
Secondo cambio di Padalino al 86' esce Doumbia per Maimone.
5 i minuti di recupero decretati dall'arbitro con la palla che è quasi stata in possesso dei giallorossi.    
Un Doumbia scatenato oggi. Ha confermato il suo ottimo stato di forma e la fiducia ormai dei propri mezzi.
Le incursioni dei difensori esterni oggi sono state limitate e forse non a caso la squadra è sembrata più equilibrata e accorta.
Il Lecce ha meritato di vincere.
La squadra è rimasta concentrata dal 1' al 95'.
Punti deboli oggi davvero nessuno.
Siamo ancora primi e il risultato di questa sera tra Foggia e Matera ci interessa relativamente. 
Bravi tutti.

Nessun commento: